close
search
Cerca
su Banca Reale

Scrivi qualcosa...

​​​​​​​​​​​Le funzioni di controllo

  • La funzione di revisione interna (Internal Audit)expand_more

    Alla funzione Internal Audit compete, da un lato, il controllo, in un’ottica di terzo livello, anche con verifiche in loco, del regolare andamento dell'operatività e dell’evoluzione dei rischi, e, dall'altro, la valutazione della completezza, dell’adeguatezza, della funzionalità e dell’affidabilità della struttura organizzativa e delle altre componenti del sistema dei controlli interni, portando all'attenzione degli organi aziendali i possibili miglioramenti.

    La funzione Internal Audit è collocata alle dirette dipendenze al Consiglio di Amministrazione, con cui comunica direttamente, al fine di assicurarne la sostanziale indipendenza e autonomia rispetto alle strutture operative sottoposte al suo controllo e l’estraneità alla conduzione operativa delle attività aziendali.

    La funzione ha un rapporto costante con il Collegio Sindacale della banca, il quale vigila e valuta l’operato della stessa, in particolare sotto i profili dell’adeguatezza del corretto assolvimento dei compiti e l’adeguato coordinamento, promuovendo gli interventi correttivi delle carenze e delle irregolarità rilevate. Il Collegio Sindacale è destinatario della stessa documentazione fornita agli amministratori in vista della tenuta delle riunioni del Consiglio di Amministrazione nonché di quella redatta dalle singole funzioni aziendali di controllo.
    La funzione inoltre collabora con la società di revisione, scambiando ogni informazione necessaria al fine della valutazione del sistema dei controlli interni.

    La funzione di Revisione Interna uniforma la propria attività agli standard professionali comunemente accettati a livello nazionale e internazionale e, in particolare:

    • valuta la completezza, l’adeguatezza, la funzionalità, l’affidabilità delle altre componenti del sistema dei controlli interni, del processo di gestione dei rischi e degli altri processi aziendali;

    • valuta l’efficacia del processo di definizione del RAF, la coerenza interna dello schema complessivo e la conformità dell’operatività aziendale al RAF;

    • verifica la regolarità delle diverse attività aziendali, incluse quelle esternalizzate, l’evoluzione dei rischi ,il monitoraggio della conformità alle norme, il rispetto dei limiti previsti dai meccanismi di delega, il pieno e corretto utilizzo delle informazioni disponibili nelle diverse attività, l’adeguatezza, l’affidabilità complessiva e la sicurezza del sistema informativo (ICTaudit).

    L'azione della funzione si concretizza attraverso periodiche valutazioni, attività di analisi e di valutazione, la proposizione di azioni correttive per rimuovere le criticità riscontrate nel corso delle verifiche e il successivo monitoraggio della loro effettiva realizzazione (o formalizzata accettazione del rischio residuo).
    La Funzione, in coerenza con quanto previsto dalla normativa di riferimento, si è dotata di un regolamento, approvato dal Consiglio di Amministrazione, in cui sono disciplinati in modo dettagliato aspetti quali la struttura, il funzionamento, i compiti della funzione medesima e del suo responsabile, ecc.

  • La funzione di Risk Managementexpand_more

    La funzione Risk Management è responsabile dell’implementazione di controlli con l’obiettivo di concorrere alla definizione di metodologie di misurazione del rischio, di verificare il rispetto dei limiti assegnati alle varie funzioni operative e di controllare la coerenza dell’operatività delle singole aree produttive con gli obiettivi di rischio/rendimento assegnati per le singole fattispecie di rischio.

    La funzione Risk Management:

    • assicura che siano fornite agli organi di vertice informazioni che permettano un'effettiva conoscenza del profilo di rischio della banca;

    • collabora alla definizione e alla periodica revisione del RAF (Risk Appetite Framework) che individua l'appetito per il rischio e le soglie di tolleranza ai rischi della banca;

    • definisce le metodologie di misurazione e valutazione dei rischi sia in chiave attuale, sia prospettica e le relative analisi di stress test;

    • verifica l’attuazione delle politiche di governo dei rischi;

    • cura la redazione del Resoconto ICAAP (Internal Capital Adequacy Assessment Process) e ne presidia in via continuativa i processi connessi;

    • effettua valutazioni indipendenti dei profili di rischio.

    La Funzione, in coerenza con quanto previsto dalla normativa di riferimento, si è dotata di un regolamento, approvato dal Consiglio di Amministrazione, in cui sono disciplinati in modo dettagliato aspetti quali il modello organizzativo, la politica di gestione dei rischi, i compiti della funzione medesima e del suo responsabile, ecc.

  • La funzione di Compliance e Antiriciclaggioexpand_more

Il premio che stai per vedere è valido se:

Contraente e proprietario

del veicolo coincidono

Non hai usufruito del

Decreto Bersani

Hai preso la patente

prima dei 21 anni

Il tipo di antifurto è

Chiave meccanico-elettronica

Stiamo elaborando i dati,
per favore pazienta qualche secondo